2001-2011: 10 Anni di locriantica.it

www.locriantica.it

LOCRI EPIZEFIRI



Salvatore La Rosa
WWW.LOCRIANTICA.IT Benvenuti in Magna Grecia SITO ARCHEOLOGICO


IL TEATRO
 
Cliccando su una qualsiasi delle immagini nella pagina si accederà alla Sezione Foto relativa al Teatro.
 

Il teatro di Locri Epizefiri risale al IV secolo a.C. e venne sostanzialmente modificato in età romana. Durante il periodo greco venne utilizzato sia per rappresentazioni teatrali sia per riunioni assembleari.

Originariamente la sua capienza doveva essere di 4500 spettatori ma venne ridotta in età romana per consentire lo svolgimento di combattimenti tra gladiatori e tra uomini e animali.

Cavea e parte dell'Orchestra
CAVEA E PARTE DELL'ORCHESTRA
Clicca sull'immagine per accedere alla Sezione Foto relativa al Teatro.


 

Com'era consuetudine per il mondo greco, anche il teatro locrese venne ricavato lungo il pendio naturale di una collina, in una zona caratterizzata da una straordinaria acustica, con la cavea rivolta verso il mare. I suoi resti (che possono essere visitati presso l'odierna contrada Pirettina) furono portati alla luce dal prof. Paolo Enrico Arias nel 1940, anche se lo scavo venne completato solo nel 1957 da Alfonso De Franciscis.

Della costruzione sono ancora oggi ben identificabili le tre zone principali: l'orchestra, l'impianto scenico e la cavea; quest'ultima suddivisa in cinque settori separati tra loro da quattro scalette.

 
Impianto scenico ed Orchestra
IMPIANTO SCENICO ED ORCHESTRA
Clicca sull'immagine per accedere alla Sezione Foto relativa al Teatro.


L'intera struttura è realizzata in pietra arenaria nota come ammollis (termine derivato dalla volgarizzazione del greco-bizantino ammolithos e che, letteralmente, significa "pietra di sabbia": ammos = sabbia e lithos = pietra) tipica di questa zona.
 
Tale pietra, molto friabile, a contatto con gli agenti atmosferici, è soggetta ad un progressivo degrado che, dagli anni '40 ad oggi, nonostante i numerosi tentativi di intervento a salvaguardia del monumento, ha prodotto danni irreversibili alla cavea, rendendone quasi illeggibili diversi settori.

A ridosso dell'area del teatro, verso mare, sono stati effettuati saggi di scavo che hanno portato alla luce una porzione dell'antico centro abitato, separata dalla zona del teatro da una probabile plateia, ed organizzata in maniera regolare; fatto questo che ha portato ad ipotizzare che l'impianto urbano regolare, accuratamente studiato nella zona di centocamere, si estendesse a tutta la città fino ai piedi delle colline.

 
Tutte le fotografie sono copyright © Salvatore La Rosa e possono essere utilizzate solo con l'esplicito consenso scritto del titolare del copyright.
Per maggiori informazioni consultate la sezione
Copyright Notice oppure scrivete a info@locriantica.it
 
 

 

 
Torna all'inizio della pagina
TORNA SU


Valid HTML 4.01!                     Valid CSS 2.1!